Canaiolo Nero
Canaiolo Nero

Il vitigno Canaiolo Nero è diffuso soprattutto nell'Italia centrale, in passato veniva utilizzato per conferire morbidezza e colore al Chianti, affiancandolo al Sangiovese come complementare. Fino al XVIII secolo era in assoluto il vitigno più coltivato per la produzione di vino rosso. Gli acini si prestano particolarmente per la ricetta del “panello”, una focaccia dolce tipica di Gaiole in Chianti.

Pier de Crescenzi agli inizi del 1300, nel “Trattato dell’Agricoltura, lo chiamava “Canajuola”, definendolo “bellissima uva e da serbare”

Zona di produzione: San Piero micro zona Spaltenna Vigna del Masso