La filosofia biologica di Castello di Meleto, Il progetto Nel Nome dell’Ape

Castello di Meleto è custode del territorio dal 1256. Vivere e produrre in armonia con la natura è il nostro primo impegno. Lo facciamo scegliendo i principi della produzione biologica per il nostro vino, il nostro olio curando i nostri 770 ettari di bosco.
Il progetto più recente è Nel Nome dell’Ape, che permette a tutti di adottare una famiglia di api per ripopolare la nostra area dove erano quasi sparite.

La gerarchia delle api

Le api sono insetti affascinanti e intelligenti, che vivono in vere e proprie “comunità” organizzate. Possono essere di tre tipi: operaie, fuchi e ape regina.
La Regina, come dice il nome, comanda. È l’unica fertile e, nella sua vita, depone milioni di uova che diventeranno fuchi o operaie. Sarà lei a deciderlo! Ogni alveare ha solo un’ape regina.
Le api operaie sono delle grandi lavoratrici! Puliscono, raffreddano l’alveare, alimentano la regina, producono il miele e fanno bottino di polline. In media vivono 40 giorni mentre la regina arriva fino a 4 anni.
I fuchi sono i maschi, non hanno pungiglione, sono più grandi delle api operaie e sono meno numerosi. Il loro lavoro principale è fecondare la regina.

La vita delle api

La vita dell’ape inizia con la deposizione delle uova nelle celle da parte dell’ape regina.
In tre giorni l’uovo si schiude e diviene larva, che sarà nutrita dalle api operaie nutrici con pappa reale, polline e miele.
La regina diventa ape in 16 giorni, l’operaia in 21 e il fuco in 24. In primavera e in estate, quando la popolazione dell’alveare cresce per far fronte al tanto lavoro, non basta più lo spazio. Le api operaie allora decidono di nutrire delle larve di sola pappa reale, per farle diventare regine! Una volta nata una nuova regina, quella vecchia lascerà l’alveare portando con sé migliaia di operaie e darà origine a una nuova colonia: è il fenomeno della sciamatura.

Perchè le api sono importanti?

Le api attraverso la loro incessante attività di volo da un fiore all’altro, trasportano il polline da pianta a pianta consentendone l’impollinazione e di conseguenza la formazione di frutti. Ci sono 130 mila piante la cui vita dipende dalle api e oltre il 30% della nostra alimentazione è legata al loro lavoro.
 
Purtroppo la popolazione mondiale di api sta declinando per via della distruzione e degradazione degli habitat, del cambiamento climatico, dell’inquinamento. Il nostro piccolo contributo è questo Parco.



 
  • Castello di Meleto
  • Parco delle Api
  • Arnia delle api
  • Arnie delle api 2